Lavoriamo insieme ✨

Sei pronta a diventare la blogger che hai sempre sognato di essere?
Agire facendo il primo passo è un ottimo modo per cominciare ecco chi sono

Blogger in Azione

Blogger in Azione

Primi Passi

Primi Passi

F.A.Q.

F.A.Q.

4 falsi miti sulla piattaforma Blogger

1.2.24
Simona S.
11 commenti
4 falsi miti sulla piattaforma Blogger

Quante ne hanno sentite le mie orecchie negli ultimi anni - e quante ne sentiranno ancora - sulla piattaforma Blogger. Sì, perché la tendenza di alcuni professionisti è quella di spararle a caso senza conoscere lo strumento e le sue potenzialità.

Quindi oggi, finalmente, voglio sfatare 4 di questi miti assurdi che girano in rete (specialmente su Instagram, un social a caso). 

Pronti? 😎

Partiamo da qualcosa di "leggero".

1. Il blog su Blogger non è professionale.

C'è chi è convinto che un blog su Blogger non sia professionale. E quindi tu non sei professionale.

Ma cos'è che definisce un blog professionale? No, perché se io comincio a darmi delle risposte a questa domanda il mito mi crolla subito.

Mmmh, vediamo...

Sarà la grafica? Il design?

Di temi belli ce ne sono anche per Blogger. Cioè. Ci sono io che posso confermarlo.

Chi sono io? Sono web designer specializzata nella piattaforma Blogger... oops, conflitto d'interesse alert 🚨

Sarà l'URL di terze parti che fa brutto?

E beh, certo, vedere un URL scritto tuoblog.blogspot.com non è bello, né tanto meno professionale.

MA attenzione, attenzione.

Anche per noi che siamo su piattaforma Blogger esiste una cosa che si chiama dominio personalizzato 😱.

Non te l'aspettavi, eh? Si può acquistare un dominio personalizzato - che ti consiglio di fare -, fare il reindirizzamento e risultare agli occhi del mondo dei VIP una blogger professionista.

Ti sono venuti i brividi, eh?

Saranno i contenuti?

Lo so, troppo ridicolo, ma dovevo scriverlo perché qualcuno ancora non lo sa che indipendentemente dalla piattaforma un contenuto può essere ben scritto e di valore.

Ma allora vuoi vedere che è proprio la piattaforma?

Eccccerto! Ma perché non ci ho pensato prima 😇.

E sappiamo benissimo qual è la piattaforma competitor per cui Blogger viene demonizzato.

Se lo sai scrivilo tu nei commenti, che io l'ho ripetuto tante volte che si sono annoiate persino le mie orecchie. Come se al mondo esistessero solo due piattaforme.

Magari in Italia sì.


2. I post su Blogger non sono indicizzati.

Uno dei miti che più mi fa sorridere. Prima di dirti perché dovresti sorridere anche tu, ti ricordo cosa significa indicizzazione.

Un contenuto è indicizzato quando zio Google si accorge che esiste, e quindi lo inserisce nel suo indice - appunto - della sua enorme biblioteca digitale. Ogni volta che facciamo una ricerca, zio Google ci propone i contenuti che pensa possano soddisfare la nostra richiesta mostrandoli sotto forma di lista, dando ad ogni contenuto una posizione specifica - questo è il posizionamento.

Il mito per eccellenza narra di contenuti pubblicati sulla piattaforma Blogger che non possono essere indicizzati da zio Google, e, quindi, avere un blog qui è una perdita di tempo.

Sìììì, hai capito bene! Io ho perso tempo in questi 15 anni di blogging. Non è fantastico?

Solo che chi racconta questo mito non sa che, se per me Google è lo zio, per Blogger è il padre. E un padre potrà mai denigrare la propria creatura, ponendola al di sotto di altre piattaforme che non appartengono a lui?


3. Se decidi di passare a WordPress perdi il posizionamento.

Ti dico subito che potrebbe essere vero se tu non hai acquistato un dominio personalizzato. Quel "potrebbe" ti fa capire che non è così! Se hai un dominio personalizzato e decidi di passare a WP, puoi dormire sonni tranquilli.

Su WP, infatti, si ha la possibilità di personalizzare il permalink, adattandolo a quello che Blogger crea quando noi pubblichiamo i post, con l'estensione ".html". Allego prova.

Cosa succede alle etichette di Blogger?

Le etichette non sono indicizzate di default per non creare contenuti duplicati, quindi si può dire che non perdiamo nulla.

Cosa succede alle pagine?

Ecco, in questo caso WP si sarebbe potuto comportare meglio 🤨. La struttura personalizzata che vedi in alto, infatti, riguarda solo i permalink dei singoli post. Per le pagine consiglio di fare un redirect permanente attraverso un codice da inserire manualmente. Se hai bisogno di conoscere i dettagli scrivilo nei commenti.

Per concludere, se passi a WP NON perdi il posizionamento.

Certo per essere indicizzati e per posizionarti devi ottimizzare il blog per i motori di ricerca...

E qui mi collego all'ultimo mito.

Il mito dei miti. 

Quello che mi fa pensare di essere nella realtà di Matrix.


4. Su Blogger non si può fare SEO.

Aspetta che faccio un bel respiro prima... 

Ripetiamo insieme: la SEO non è questione di plugin.

Ottimizzare un post per i motori di ricerca significa creare un processo che comprende: analisi, strategia, scrittura, pertinenza, risorsa, cura dell'utente, per citarne alcuni.

Essere blogger è un vero e proprio lavoro che ti consente di acquisire skills che non ti saresti mai aspettata di acquisire.

Ma sono una persona onesta, e ti dirò che alcuni plugin su WP possono facilitarti la vita quando si parla di SEO. Ricorda però che non è un semaforo che rende i tuoi contenuti di valore.

Non è la piattaforma che ti consente di fare SEO, perché l'ottimizzazione si fa sul contenuto che pubblichiamo. Se fosse il contrario, o peggio - per come vogliono fare intendere alcuni professionisti - se si potesse fare SEO solo su WP, allora non esisterebbero altre piattaforme come Squarespace, o Shopify.


Era da tanto che volevo dire la mia su questo argomento, e spero tu abbia apprezzato anche quel tocco di ironia che mi ha permesso di divertirmi mentre scrivevo questo post. 🤭

Ricorda, comunque, che prima di scegliere la piattaforma sulla quale iniziare devi avere ben chiaro quali sono i tuoi obiettivi. Magari questi post possono aiutarti:

Se hai bisogno di aiuto, contattami per una call gratuita ☺️


Quali di questi miti hai sentito più spesso?
Fammi sapere cosa ne pensi tu nei commenti ☺️



11 commenti in "4 falsi miti sulla piattaforma Blogger"

  1. Ahahaha incredibile come certi miti siano così duri a morire! Che poi per certi versi Wordpress è persino più pesante di Blogger, quindi c'è lo svantaggio della lentezza delle pagine. E non finirò mai di ripeterlo: com'è possibile che i blog di Blogger non siano indicizzati, se Blogger è di Google? Ma daaaaaai! E allora vogliamo parlare di Wix e cugini? Vuol dire che anche le piattaforme no-code creano siti non indicizzabili, sgraditi a Google, poco professionali etc? Uno potrebbe avere un sito/blog fatto in puro html e css ed essere sempre il primo in SERP e il più visitato dai social e il più cliccato e il più figo della sua nicchia!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sapevo che ti sarebbe piaciuto 😂 Se solo si guardasse allo strumento per eccellenza per capire come funziona zio Google: Google Search! Quando qualche tempo fa ho sentito in una live che Blogger era una perdita di tempo sono rimasta allibita 😖

      Elimina
  2. YAY!! Finalmente ho avuto il tempo di leggerlo come si deve. Infatti quando dico che ho un blog con blogger storcono il naso, forse saranno i template, ma non mi hanno mai preso seriamente. Io ho provato WP ma non si capisce nulla, troppe cose da scrivere e, a parer mio, perdi un casino di tempo. Sarà ottimo per i giornalisti, ma per me è out!

    RispondiElimina
  3. Ciao Simona, complimenti per la chiarezza. Sono d'accordo con te, il valore e la professionalità di un blog dipende da tanti fattori, d'accordissimo. Personalmente ho deciso di utilizzare la piattaforma WordPress, che per me era la scelta più "professionale" che potessi fare, ma solo nel senso di "consona", adatta alla mia tipologia di sito e di obiettivo che mi ero prefissata, perchè necessitavo soprattutto di spazio per caricare pagine HTML complete, necessarie per la creazione di utilità digitali, che a me piacciono tanto, ancora oggi, e mi vengono richieste anche su commissione. Avevo bisogno di un sito (quindi uno spazio vero e proprio, che Blogger non offre) ma con la possibilità di interazione di un blog, e quindi per me era la scelta giusta. Ma non bisogna mai avere pregiudizi ed il tuo lavoro ne è un esempio. La grafica? Io semplicemente la vedo come un "vestito", un modo di esprimere la propria personalità. C'è chi ama il minimal, chi il colore ecc. Solo gusti, tutto qui, se un sito è fatto bene, è fatto bene. Il tuo è bellissimo! Sai, io tolgo di proposito la funzione "responsive" (nei miei spazi)...sarò controcorrente, ma cerco di mantenere il mio stile. Tu sempre bravissima, comunque! Un abbraccio forte ♥

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazia sei sempre gentilissima ❤️ Io dico sempre che la piattaforma bisogna sceglierla quando si hanno le idee chiare su cosa si vuol fare. L'importante è che ci sia consapevolezza del fatto che anche uno strumento come Blogger può aiutare a raggiungere certi obiettivi ☺️

      Elimina
  4. Blogger non è professionale: me lo disse anni fa una consulente che avevo vinto una mezz'ora gratis per parlare con lei e la prima cosa fu proprio questa, devi passare a Wordpress almeno. Non mi piacque molto e ascoltai i suoi consigli ma, ovviamente sono ancora su Blogger. Poi è vero se è un prodotto di Google vuoi che non sia indicizzato. Io ho scoperto che i miei post li vedono persone da oltre oceano anche se pubblico molto meno di qualche anno fa, vuol dire che da qualche parte arrivano. Se si può prendere il dominio me lo segno subito che appena riesco vedo come fare. Grazie sempre Simona sei la migliore in questo campo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Wow Marta mi hai fatto un complimentone 🥺❤️❤️❤️
      Tutto sta nell'obiettivo finale e nell'intento della nostra presenza online.
      Ma sto preparando dei contenuti con delle chicche su Blogger che credo vi lasceranno a bocca aperta 😍

      Elimina
  5. Ciao Simo!
    Post super interessante e sono contenta che tu l'abbia scritto. Quando ho deciso di passare da Blogger a WP ho fatto per anni ricerche e tu sia quanto ci ho pensato 😅 A volte ho nostalgia della "semplicità " di Blogger ma, come scrive Cinzia sopra, per me è stata una scelta dettata dall'avere uno spazio che si adatti a quello che volevo fare e Blogger mi stava un po' stretto per via dei alcune personalizzazioni. Ma blogger rimane nel mio ❤️ perché è grazie a lui che ci siamo incontrate 😘

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Mary 😍 Ricordo benissimo quando dovevi fare il passaggio a WP e la paura che avevi di perdere tutto. Come dico sempre, la piattaforma bisogna sceglierla in base alle necessita, esigenze... Poi è vero, Blogger ha un posto speciale nei nostri cuori: abbiamo vissuto qui gli anni veri della community di blogger 😍❤️

      Elimina

Grazie di aver commentato!✨ Solitamente rispondo ai commenti nelle prime 24 ore, se hai richieste urgenti puoi scrivermi usando il modulo dei contatti :)

Per favore NON lasciare link, a meno che non siano richiesti espressamente nel post stesso.
I commenti con link non richiesti o con link affiliati verranno considerati come SPAM e quindi subito cancellati.
So che capirai ;)