Lavoriamo insieme ✨

Sei pronta a diventare la blogger che hai sempre sognato di essere?
Agire facendo il primo passo è un ottimo modo per cominciare ecco chi sono

Blogger in Azione

Blogger in Azione

Primi Passi

Primi Passi

F.A.Q.

F.A.Q.

Aprire un blog: ecco cosa farei io

10.3.23
Simona S.
2 commenti

Ho aperto il mio primo blog nel 2007, così, tanto per provare. Ho fatto tanti errori, alcuni dei quali davvero imbarazzanti.

L’errore più grande, forse, è stato quello di aver perso troppo tempo a decidere quale strada prendere come blogger. Se potessi tornare indietro, con la conoscenza che ho adesso, avrei senz’altro raggiunto alcuni dei miei obiettivi molto prima di quanto in realtà io abbia fatto: avrei strutturato il mio percorso in modo diverso, con una visione più ampia.

Ho deciso, così, di scrivere questo articolo per aiutarti a partire con un vantaggio: ovvero la consapevolezza che quanto sto condividendo con te è frutto della mia esperienza di blogger che ha fatto della sua passione un lavoro.

Quindi, prendi carta e penna e cominciamo :)

Individuare le skills principali.

Se sei una multipotenziale come me, sai di cosa parlo.

Quando ho aperto il primo blog sono andata, per così dire, ‘a sentimento’.
Pensavo, il blog era un diario online? Bene, allora scriverò il mio diario online, come facevano tutti.
Poi ho iniziato a creare con il feltro, quindi ho aperto il mio blog per condividere la mia passione handmade.

Nel frattempo, avevo sviluppato una passione/ossessione per i codici e la grafica. Così ho aperto un altro blog per aiutare le blogger - su piattaforma Blogger - a migliorare la grafica dei loro blog attraverso tutorial semplici e facile da realizzare.

Boom!

Un successo!

Il mio blog contava decine di commenti sotto ogni singolo post. Le blogger iniziarono a consultare il mio blog per ogni problema che avevano nei loro.

Ero diventata il loro punto di riferimento!

Su 3 blog, solo uno era decollato e aveva un gran seguito: quello in cui aiutavo gli altri a risolvere i loro problemi.

Avevo trovato le mie skills principali: la capacità di creare tutorial facili e comprensibili, e di parlare di blogging in modo semplice e diretto.

Io li chiamo Superpoteri!

Chiediti, dunque, in cosa sei brava in questo momento, cos’è che ti appassiona davvero e per cui non smetteresti mai di parlare. Ma soprattutto, chiediti come i tuoi Superpoteri possono aiutare gli altri a risolvere i loro problemi, di qualsiasi natura essi siano.

Una volta che avrai individuato le tue skills sarai pronta per lo step successivo.

Scrivere Perché si vuole aprire davvero il blog.

Anche a questa domanda avrei dovuto rispondere tanti anni fa.😓

Ma non l’ho fatto, e sai perché? Perché non sapevo che fosse importante scavare in profondità sulla reale motivazione che mi spingeva ad aprire il blog.

Sbagliavo alla grande!

Se invece di scrivere ‘voglio aprire il blog per condividere le mie passioni’ avessi scritto ‘voglio aprire il blog per condividere la mia conoscenza ed essere un riferimento per le blogger’ sarei già partita con un atteggiamento diverso.

Il punto ‘essere un riferimento per le blogger’ mi avrebbe fatto aprire gli occhi sulle molteplici possibilità che questo avrebbe portato. Avrei creato un Piano Editoriale in linea con il mio Perché, fissando da subito un obiettivo chiaro.

Conoscere e focalizzarsi sull’obiettivo.

L’obiettivo è un’altra questione spinosa che - a voler essere totalmente onesti - mi ha sempre creato problemi. Non è facile restare focalizzati, oggi, su un unico obiettivo; siamo letteralmente bombardati dai contenuti su Instagram e ci sembra di essere sempre in ritardo.

Perseguire un unico obiettivo può sembrare riduttivo, perché sembra rallentarci.

Ma non è così!

Non fissare un obiettivo chiaro, in linea con le nostre skills e, quindi in linea con il nostro Perché, ci farà solo brancolare nel buio. L'obiettivo, di fatto, ti indicherà come muoverti nella comunicazione online e a chi parlare.

Scegliere la nicchia a cui rivolgersi.

Quando si parla di come scegliere la propria nicchia, ognuno propone la sua ‘tecnica’.

Ho già pubblicato una guida in cui ho parlato del metodo che ho usato per individuare la mia nicchia. Penso che sia molto valido come sistema, in particolare se si vuole trattare un argomento che si conosce in profondità.

scarica il mio freebie gratuito

Con gli anni - posso dirlo con sicurezza ora - sono diventata un’esperta della piattaforma Blogger.
I miei contenuti mostrano come migliorare il blog su questa piattaforma, e di come questo possa arrivare ad essere un sito professionale. Il mio stesso sito si trova su Blogger!

Ma sono arrivata a questo punto dopo anni e anni di prove sul campo, di errori, di studio fino a notte fonda. Ho maturato esperienza.

Se mi guardo allo specchio e rivedo la me di qualche anno fa, che non sapeva dove mettere mani, che voleva assolutamente migliorare e rendere più bello il proprio blog, che cercava disperatamente una persona alla quale chiedere consigli (e non sempre la trovava), ecco… LEI è la mia nicchia a cui rivolgermi!

Scegliere la te degli inizi non solo ti servirà a creare contenuti davvero utili, ma ti permetterà di intuire le problematiche degli utenti, e, grazie al fatto che tu hai già superato quella fase, sarai in grado di aiutarli.

Che dici? È un buon metodo?

Scegliere bene il nome del blog.

Ci siamo. Non puoi immaginare gli errori che ho fatto a causa della mia inesperienza quando si è trattato di scegliere il nome del mio blog.

Anche di questo ho scritto un articolo davvero completo su Come scegliere il nome del tuo blog, che ti consiglio di leggere per seguire gli step che possono aiutarti in questa decisione.

C’è, comunque, un fattore da tenere molto in considerazione: verificare che il nome scelto sia disponibile sulle piattaforme social.

Eh sì, non lo avrei detto neanche io che questo avrebbe potuto influire, ma vista l’importanza dei social - dei quali ormai non possiamo più fare a meno - ti consiglio di non sottovalutare questo aspetto, perché ti aiuterà a mantenere una certa coerenza nella tua comunicazione online e ad essere subito riconoscibile.

Ricorda, inoltre, che la scelta del nome andrà, anche, ad influire sul dominio e quindi sui link interni (quelli che rimandano ad un altro post del tuo blog, per intenderci). Se ad un certo punto ti pentirai e vorrai cambiare nome e dominio, dovrai reindirizzare tutti i link interni nei tuoi post: ecco perché è una scelta da non prendere alla leggera.

Acquistare il dominio.

Quando hai tutte le idee chiare e sei sicura della scelta del nome del blog, allora ti consiglio di acquistare il dominio personalizzato.

Io ho aspettato per anni, sbagliando.

Ma perché è importante? Avere un dominio personalizzato contribuisce a darti autorevolezza - persino a zio Google piace tanto - e farà capire ai tuoi lettori che prendi seriamente il tuo lavoro di blogger.

Dove acquistare il dominio del blog.

Ci sono molti servizi hosting da dove acquistare il dominio a prezzi diversi, a seconda del pacchetto scelto.

Personalmente, sono anni - dal 2009 per la precisione - che mi affido a Tophost* per vari progetti.

I prezzi sono ottimi e davvero convenienti, soprattutto per chi ha paura di spendere troppi soldi la prima volta. In più, periodicamente, Tophost ha delle promozioni imbattibili: a gennaio ho acquistato per il sito del mio personal brand 2 domini con il piano Topweb Plus a 0,99 centesimi per un anno. E senza avere l'obbligo di acquistare il secondo anno.

Questi sono i piani che Tophost offre in questo momento 👇

Per La Creative Room, qualche anno fa, ho acquistato il piano Topweb* e a tutt’oggi mi trovo benissimo. 

Come scegliere il piano più adatto a te.

Ogni scelta che fai per il blog/sito dev'essere fatta sulla base dei tuoi obiettivi e delle tue esigenze.
Se hai un blog, come il mio, su piattaforma Blogger, vuoi fare un reindirizzamento dell'URL ed avere una email più professionale, allora puoi pensare di acquistare il mio stesso piano tariffario, ovvero quello da 20€ all'anno (+iva).

Se, invece, hai intenzione di creare un sito con WordPress per avere la possibilità di inserire al suo interno un e-commerce, allora ti consiglio di acquistare i due piani tarriffari superiori.

E quello da 6€?

Scegli Topname se sei agli inizi, o se vuoi avere un servizio hosting che comprende dominio, email professionale, gestione DSN e spazio HTML a poco prezzo!

Insomma, qualunque servizio hosting o piano tarriffario tu decida, questo è un passaggio che ti consiglio di non rimandare troppo.

Creare Piano Editoriale adatto alle proprie esigenze.

Di piani editoriali si parla tanto: come farlo, come seguirlo, ecc...

Ma cos'è un piano editoriale? È un metodo di pianificazione basato:

  • sulla propria missione;
  • sui propri valori;
  • sulla propria nicchia;
  • sui canali dove si vuole essere presente.

È ovvio che a questo ci si arriva quando abbiamo già lavorato sui punti di cui sopra.
Ciò significa che abbiamo ben chiara la nostra mission e quindi Cosa comunicare, a Chi comuncare e Come comunicarlo: io le chiamo le fantastiche 3 C. 😊

Quando decidiamo di creare un piano editoriale, siamo consapevoli che questo comprenderà tutta la nostra comunicazione online. Ti aiuterà a:

  1. decidere dove pubblicare in base a dove si trova la tua nicchia;
  2. differenziare i tuoi contenuti tenendo presente gli obiettivi che vuoi raggiungere nelle diverse piattaforme;
  3. gestire al meglio tutta la comunicazione online.

Per facilitarti nella creazione di un piano editoriale, ne ho creato uno io per te su Notion!
Il mio Piano Editoriale Creativo è completamente gratuito, e ti aiuterà a fare i primi passi in questo sistema e a comprenderne il potenziale.
Inoltre ho creato 2 video: in uno ti mostro come installarlo sul tuo Notion, mentre nell'altro faccio un tour all'interno del Piano Editoriale Creativo.

Vuoi iniziare ad usarlo subito? Puoi farlo seguendo questo link: scarica il Piano Editoriale Creativo!

Verrai reindirizzata sulla mia pagina KoFi, in quello che sembra uno shop: tranquilla, inserendo 0 potrai avere lo stesso il mio freebie.
Se poi vuoi ringranziarmi con una piccola donazione, te ne sarò davvero grata. 🧡


Spero che questo post ti sia utile in qualche modo. Fammi sapere nei commenti se dovessi avere bisogno di aiuto.
Se invece hai bisogno di una consulenza, non esitare a contattarmi via email :)



Il simbolo * indica che il link è un'affiliazione, ciò significa che ogni volta che farai un acquisto passando da un mio link io riceverò un piccolo compenso. Questo NON andrà ad incidere sulla tua spesa: il prezzo è sempre lo stesso, che tu decida di acquistare tramite un mio link oppure no. Certo se lo fai mi aiuti a mantenere vivo il blog e ad acquistare nuovi strumenti per la creazione di contenuti. Grazie se vorrai sostenermi 🧡



2 commenti in "Aprire un blog: ecco cosa farei io"

  1. Utilissimo questo articolo! Io oramai ho il blog da tanto tempo ed ho già fatto l'errore di cambiare nome a metà strada, ho poi fatto quello che hai scritto tu, in fase di crisi sono tornata alle origini ed ora devo dire ghe nonostante le visualizzazioni calano , le persone davvero interessate rimangono@

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Roberta per il tuo commento 🥰 Guarda, cambiare url è stato un dei miei più grandi errori! Con il tempo il tuo blog si riprenderà dal calo delle visite: devi solo essere costante e proporre contenuti che vengono ricercati su Google e in linea con la tua comunicazione 😊

      Elimina

Grazie di aver commentato!
Solitamente rispondo ai commenti nelle prime 24 ore, se hai richieste urgenti puoi scrivermi usando il modulo dei contatti :)

Per favore NON lasciare link, a meno che non siano richiesti espressamente nel post stesso.
I commenti con link non richiesti o con link affiliati verranno considerati come SPAM e quindi subito cancellati.
So che capirai ;)