ho un tot di anni durante i quali ho fatto taaaaante cose, tipo fare due figli che sono la gioia della mia esistenza. Sono blogger dal 2007, ma dal 2008 lo sono un po' più seriamente... ci ho creduto di più dai.
Volevo fare la stilista, vestire persone, ma oggi mi piace quasi definirmi stilista del web, perchè vesto i blog con abiti su misura appositamente per le bloggers che decidono di collaborare con me, affidandomi i loro tessssori.
Perchè il blog è un nostro tesssssoro, vero?
Seguimi su Pinterest! Tanti pin per ispirare la tua moodboard e la tua creatività!
Seguimi su Pinterest! Tanti pin per ispirare la tua moodboard e la tua creatività!

23.2.18

Blog decluttering: riorganizzare post, pagine e categorie

23.2.18

0 comm


Quando pensi al decluttering ti viene subito in mente il metodo Konmari, almeno credo, comunque di certo pensi a quello che di solito si fa in casa, per togliere di mezzo un po' di roba inutile.
Ecco con il blog andrebbe fatto proprio questo, di tanto in tanto.
Perchè? Perchè i tempi cambiano, le mode pure e gli interessi altrettanto!

Il blog non può e non deve restare fisso, perennemente statico e no, non mi riferisco alla grafica da cambiare ogni due mesi.
No, mi riferisco al modo di presentare i contenuti e agli elementi che ne fanno parte.

Qui di seguito un accenno del metodo utilizzato da me per snellire il blog (almeno se non ci riesco con il mio corpo... ma questa è un'altra storia).


POST

Quando ho deciso di rilanciare il blog con uno stile tutto nuovo, sono andata a ritroso nella cronologia dei post, e ho dovuto prendere delle decisioni che forse sono un po' drastiche, ma sì ho dovuto farlo per il bene del blog stesso.
Ho deciso di eliminare dal blog alcuni vecchi post, non cancellandoli, ma rimettendoli in 'bozza'.
Questo per me è stato necessario perchè, avendo aperto il blog nel 2008, (quiindi sono ben 10 anni di blogsfera per me) ho scritto delle cose che ora non sono più coerenti con la mission del blog, con lo scopo che ho oggi io come blogger, e con l'obiettivo del blog stesso.

Quindi, per capire se anche tu sei nella mia stessa situazione, poniti due domande:

  • i vecchi post, quanto rispecchiano l'obiettivo del blog?
  • sono davvero necessari agli utenti, o sono lì solo per fare numero?

Visto che nel mio caso rispondevano negativamente a queste (e ad altre) domande, ho deciso di privarmene; in questo modo ho potuto mantenere una linea di post pressoché coerente fra loro.

PAGINE

Le pagine sono un elemento che ho rivalutato tantissimo negli ultimi tre anni!
Ho deciso di renderle molto più professionali, eliminando la fastidiosa sidebar nella loro visualizzazione perchè non ce n'era bisogno.
La pagina, infatti, deve avere l'obiettivo di comunicare in modo efficace qualcosa, che sia la descrizione della mia persona (con la pagina about) o che siano i contatti o, ancora, i servizi offerti.
Qualcuno però potrebbe andare nel panico, perchè Blogger non dà la possibilità di nasconderla dalle pagine dal pannello Personalizza.
No, è vero, ma se mi seguirai durante le mie dirette su instagram al mio account @lacreativeroom ti mostrerò anche come fare questo e molto altro!
(in fondo al post ti lascio tutte le indicazioni)


CATEGORIE

Non a caso le ho lasciate per ultime, e non a caso vi dedicherò, penso, una diretta intera.
Le categorie, o meglio etichette, per noi che siamo sulla piattaforma Blogger, sono molto spesso utilizzate in modo errato. Lo facevo anche io, quando non ne conoscevo le potenzialità e la concezione di usarle con moderazione.
Molte blogger, infatti, in particolare chi è alle prime armi, inserisce in un post un numero smisurato di etichette, quasi come fossero hashtags, pensando che più se ne mettono e più vengono fuori nei risultati di ricerca di google.
Mi spiace dirlo ma non è così che funziona.
Lo so, ci sono rimasta male anche io quando l'ho scoperto.
Le etichette devono essere utilizzate con lo stesso criterio delle categorie presenti in Wordpress, anche se sono meno indicizzate dai browser, ma questa è un'altra storia che merita un approfondimento tutto suo.
Così come merita un post tutto suo l'argomento 'etichette', perchè è troppo ampio e importante, a mio parere, per essere trattato così nel mezzo di questo post.
Ciò che ti suggerisco, adesso, è quello di guardare quante etichette hai inserito: se sono più di 20, allora prendi carta e penna e inizia a scrivere quelle che racchiudono meglio i post che hai scritto.
In altre parole, se, facendo pulizia nell'armadio, sistemiamo delle scatole con le etichette 'pigiami', 'maglie', 'jeans', all'interno di orni scatola andrò ad inserire solo l'elemento che gli appartiene.
Più ampio sarà il contenitore sarà invece se l'etichetta sarà 'cotone', 'lana', ecc...
Ma qui entreremmo nel discorso delle sottocategorie, e come ti ho già spiegato prima, questo è un argomento troppo complesso, che merita una certa cura e attenzione.
Di sicuro lo affronterò in una delle mie prime dirette.

seguimi su

Bene, spero che in qualche modo ti abbia fatto riflettere su alcuni punti e, se non hai ben chiaro qualcosa, lascia un commento qui sotto, così che io possa aiutarti in qualche modo.

Spero anche che ti abbia preparato agli incontri settimanali con me su instagram. Attraverso le dirette, infatti ti darò dei consigli mirati per il blogging e, sopratutto, ti mostrerò come migliorare graficamente il tuo blog, svelandoti anche qualche mio trucchetto.
A supporto di questo mio nuovo progetto, ho aperto il gruppo privato de LaCreative Room su facebook, così avrai sempre a disposizione le dirette (che altrimenti sparirebbero su ig dopo 24 ore) e i file con i codici che io utilizzerò!
Mi farebbe davvero tanto piacere se tu partecipassi!
Baci xo

Iscriviti alla mia newsletter per ricevere consigli sul blogging, il design, la pianificazione e pdf gratuiti per gli iscritti alla newsletter ♥
(Ma prima leggi la mia informativa sulla privacy.)
si, iscrivimi!

Nessun commento:

Posta un commento

Lasciando un commento dichiari di aver letto la mia Privacy Policy