23.4.19

Come ho aumentato i miei follower su instagram

23.4.19



Mai avrei pensato di scrivere un giorno questo post, ma, nonostante io non abbia grandi numeri e non sia per niente un'esperta di social, voglio condividere con te i risultati dell'ultimo mese, durante il quale ho testato tutti i suggerimenti che ho trovato nel web su come aumentare i follower reali, organici, senza l'uso di bot o gruppi di aiuto su telegram.

Questa sorta di esperimento è nato proprio per verificare quanto siano efficaci alcuni consigli che ho selezionato fra quelli trovati su instagram, blogs e youtube.

Parti da ciò che vuoi comunicare e poniti un obiettivo.


Sì, lo so, che balls inziare con la stessa tiritera, ma tutto parte sempre dallo stesso punto: la comunicazione.
Io infatti mi sono chiesta:
  1. Quale obiettivo voglio raggiungere?
  2. Attraverso quale tipo di comunicazione voglio raggiungerlo?
  3. Quanta creatività e quanto di mio devo metterci per raggiungere questo tanto agoniato obiettivo?
Per quanto mi riguarda, scrivere con carta e penna mi aiuta tantissimo a focalizzare l'attenzione e a ricordare. Quindi ho iniziato a buttare giù qualche idea su come avrei voluto il mio feed, ed è venuto fuori che mi piacerebbe averlo bello, colorato ma allo stesso tempo moody, sul rosato, ma non troppo...
Un casino, vero?
Mi sono nuovamente fermata: ma insomma io non nasco instagramer e ho la capacità di fotografare pari a zero. Come posso compensare tutto ciò ristabilendo un certo equilibrio sulla bilancia?
La soluzione migliore al mio caso è stata...

Allineare la comunicazione su instagram a quella attuata sul blog.


Ho iniziato così a trasferire il modo di scrivere sul blog anche su instagram, e ricominciato a parlare alle blogger condividendo anche vecchi contenuti del blog: non tutte mi conoscevano da prima.
È stata la scelta migliore che potessi fare, non solo per rilanciare il mio profilo, ma anche per ritrovare il gusto di condividere ciò che amo anche attraverso un social.

Dopo aver deciso di allineare instagram al mio blog, il passo successivo è...

Scegliere una palette colori.


Facile, ho utilizzato per cominiciare quella usata nel blog. Probabilmente non sarà sempre questa, ma per ora mi piace, anzi con Photoshop ho cercato di creare una griglia con i colori del blog, leggermente più chiari, per aiutarmi a definire una linea guida cromatica da seguire.



Come vedi ho inserito anche il bianco che cercherò di utilizzare solo per le citazioni (quotes), mentre gli altri colori mi serviranno, appunto da guida, per scattare foto o creare illustrazioni che contengano quel determinato colore.

Ma se la scelta cromatica può influire sui likes, la cosa più importante per me restano i contenuti, perché sono questi che fidelizzano i followers che già hai.

Il contenuto deve essere di qualità.


Non puoi pensare di creare interazioni, e magari una community, inserendo nella didascalia un emoticon o un 'ciao'. Certo, alcuni ottengono risulatati anche con questo, ma... ti devo fare di nuovo la domanda? È questo il tipo di comunicazione che vuoi attuare?

Per quanto mi riguarda, mi sforzo ogni volta di lasciare qualcosa di interessante su cui riflettere, un consiglio su cui lavorare o alcune perplessità che so che posso avere in comune con le altre blogger.
Il risultato che ottengo non è niente male!
I likes arrivano, ma soprattutto arrivano i commenti!

Ma come fare a scrivere un contenuto di qualità? Chiediti cosa hai di interessante da condividere e parti da quello.
Per attirare l'attenzione dei followers inserisci un titolo nella prima riga che possa incuriosirli e portarli a leggere i tuoi contenuti.
Invogliali a commentare facendo loro qualche domanda, cercando di capire cosa pensano loro dell'argomento trattato nel tuo contenuto.
Dimostrati però davvero interessata!
Ci sono persone reali, vere, dall'altra parte!

Interagisci tu per prima con le persone che segui.


Non puoi pensare che gli altri aspettino solo che tu posti l'ultima foto sul tuo profilo. Non esisti solo tu!
Inizia a commentare i post delle persone che ti seguono maggiormente: è anche un modo per ringraziarle per l'attenzione che ti dedicano.

Cerca i profili che trattano i tuoi stessi argomenti e inizia a interagire anche con loro commentando sotto i loro post. In pratica dovresti iniziare a fare ciò che fanno i bot, solo che tu sei reale!
Io ho capito che se voglio crescere su instagram devo farmi notare, e se non esco fuori dal mio profilo non ci riuscirò mai!

Quindi ho inziato a dedicare 10 minuti al giorno per fare questo esercizio che, credimi, anche se i riultati sono minimi, ne vale comunque la pena!


Scegli gli hashtags che vanno più di moda


I nuovi followers arrivano grazie agli hashtags.
In molti ti dicono di utilizzare gli hashtags utili per creare una tua community, per rientrare e trovare la tua nicchia, ma nel mio caso non ha funzionato molto.
Quindi ho deciso di usare hashtags che fanno trend, che vanno di moda, scattando foto che potessero comunque inserirsi in quel contesto.

Ho notato che gli hashtags che acchiappano di più sono quelli sul bullet journal, sulle illustrazioni e sullo storytelling.
Proprio su quest'ultimo ho creato io stessa l'hashtag #oggimiraccontocosì (con l'accento sulla i, mi raccomando) ed è già molto usato ♥



La geolocalizzazione strategica


Un consiglio che ho voluto sperimentare è stato quello della geolocalizzazione strategica, ovvero inserire in una mia foto un luogo che so essere molto visitato in quel momento, o che fa trend perché magari c'è un evento.
Ho voluto provarlo con una mia illustrazione e i risultati sono stati davvero molto positivi.




Cura di più l'editing delle foto


Sperimentare non mi spaventa.
Certo ho di sicuro confuso le mie followers, ma solo sperimentando diverse tipologie di editing posso capire cosa mi piace e cosa no, e cosa posso proporre anche.
Io non sono brava a fare foto, è un dato di fatto, ed è inutile che mi sforzi ad editare le mie foto con filtri e preset per cercare di ricreare feed stupendi.

Nella vita si può sempre migliorare, ma per il momento ho capito che devo fare ciò che posso, ovvero la cosa più semplice che esista: migliorare la luminosità, i contrasti, la saturazione e il gioco è fatto.
Semplice, rapido e indolore.

Quale foto editor sto usando in questo periodo? SnapSeed e Vsco.

Taggare i profili che ripostano foto degli utenti


Taggare grandi profili che a loro volta potrebbero re-postare la tua foto è una grande opportunità.
Non ho mai avuto la fortuna che questo accadesse, ma comunque il post risulta nella sezione dei post in cui sei stato taggato, che in parole povere è un ulteriore feed che si può consultare sul profilo.

Pianifica e pubblica all'ora giusta


Ecco e qui ci sarebbe da lavorare tanto, sì perché, qual è l'ora giusta per pubblicare?
Instagram, praticamente in tutti i profili, ti dice che l'ora giusta è intorno alle 21:00.
Beh io ho provato e non ho avuto grandi risultati, né grandi interazioni.

Ho provato anche nel primo pomeriggio e il risultato è stato lo stesso: deludente.

Così ho iniziato a fare qualcosa di impensabile per me: pianificare!
Sì, ho iniziato a pianificare e a postare fra le 8:00 e le 8:30 del mattino.
Risultati strepitosi! Maggiore interazione con gli utenti, più likes e più commenti (grazie anche ai contenuti però, non scordarlo).

Per ottenere il massimo dell'organizzazione del feed mi sono affidata (per la terza volta) a Preview App, il massimo per la semplicità di utilizzo e per avere un'anteprima di come sarà la griglia delle tue foto, avendo anche la possibilità di cambiarne la dispozione prima di pubblicarle.


Sii costante: pubblica tutti i giorni!


Pubblicando tutti i giorni, alla stessa ora, ho ottenuto seriamente buoni risultati.
Appena ho mollato la presa il mio profilo ne ha risentito calando immediatamente di numero.
Quindi sì, quando ci danno il consiglio di essere costante nella pubblicazione dei post hanno effettivamente ragione!


Crea un feed che ti rispecchi al 100%


Questo è il mio consiglio personale: lascia perdere quei profili strafighissimi, non paragonarti a loro.
Se in passato hai pubblicato foto, immagini, che ti hanno soddisfatta, che ti hanno reso in un certo senso felice, ritorna a quello stile!
Io ho cercato per molto, troppo tempo di apparire professionale, o allegra, o strafighissima.
Risultato?
Un feed triste, perché quella non ero io!

A me piace disegnare, e ora ho iniziato ad inserire le mie illustrazioni, che piacciono anche tanto.
Il mio profilo @lacreativeroom è cambiato moltissimo, e probabilmente cambierà ancora, perché ho tanta voglia di sperimentare.

Non tutti i cambiamenti sono buoni, ma alcuni fanno davvero la differenza.
Io sono andata dritta per la mia strada e nella prima settimana i miei followers sono aumentati a +25. Erano mesi che non raggiungevo la soglia degli 800, e in una settimana, non solo l'ho raggiunta, ma l'ho anche superata!


Per concludere:

  1. Ho dato poco peso se il numero degli interessati fosse più o meno di quelli non interessati e ho, quindi, evitato di guardare le statistiche tornando ad un profilo personale. (Al momento in cui scrivo questo post sono tornata al profilo business)
  2. Ho cominciato a pubblicare tutti i giorni alla stessa ora per 2 settimane, cosa impensabile per me.
  3. Ho editato le foto in modo che risultassero omogenee fra loro.
  4. Ho creato contenuti illustrati che magari a volte stonano, non sono bellissimi o raffinati, ma piacciono a me, e quindi va bene così.
  5. Ho usato hashtag di tendenza.
  6. Ho inserito una geolocalizzazione strategica


E ora tocca a te, dimmi, quante volte hai sperimentato i consigli dei guru di instagram?
Hai mai ottenuto riultati soddisfacenti o immediati?
Hai paura di sperimentare?
Fammi sapere cosa ne pensi ♥




Potrebbe interessarti:







Aiutami a crescere, condividi il mio post!
Grazie!



2 commenti:

  1. Interessante. Cercherò di farlo anche io ma in modo diverso. :) grazie mille per il consiglio! ♥

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Figurati♥
      Ho solo riportato la mia esperienza dopo aver provato alcuni dei consigli trovati e selezionati su instagram, sui blog e su youtube :)

      Elimina

Lasciando un commento dichiari di aver letto la mia Privacy Policy