4.2.19

Migliorare la comunicazione nel blog

editato il 4.2.19 da Simona S. 13 commenti


Hai mai avuto la sensazione di pensare, alla fine dell'anno, magari dopo tanto sbattimento, "ecco anche quest'anno non ho concluso niente!"?
A me è capitato. Anzi, se proprio devo dirtela tutta, a me capita ogni fine mese.

La sensazione che si faccia tanto e poi non si arrivi mai ad una conquista personale (ma sì, ammettiamolo) è frustrante.

Non godere mai di un successo gratificante è la prima cosa che mi fa pensare di mollare, in ogni ambito; mettici anche il fatto che io e la mia autostima ci guardiamo con il binocolo.

Io, però, non mollo!
Cosa faccio? Cerco di trovare un modo per migliorare ciò che sto facendo, perchè se non arrivo a dei risultati forse è a causa mia.
Sì, ma è solo un forse, per l'appunto.
Però bisogna pur partire da qualche parte, e non posso certo pretendere di poter cambiare gli altri.
Quindi parto da me stessa!

La mia comunicazione

Sul blog è molto chiara: i miei temi principali sono il Blogging, con i miei consigli per migliorare i contenuti del blog ed evitare errori, e i Tutorial di blog design, per migliorare l'aspetto grafico del tuo sito.
Poi, come satelliti intorno ad una pianeta, ci sono argomenti quali il Bullet Journal, il sistema di organizzazione personalizzato che uso ormai da 3 anni per verificare la mia produttività, e Life, categoria nella quale parlo di me (molto apprezzata, a dire il vero).

Chi mi segue da tanto sa di cosa mi occupo, cosa faccio e per quali servizi può contattarmi. Conosce soprattutto la mia voce: il tono con cui scrivo è quello che uso da anni, anzi è diventato sempre più confidenziale, direi, restando sempre sul focus, però... senza cazzeggiare troppo insomma.

Chi mi segue da tanto lo sa.

E se il problema fosse proprio qui? Sul chi mi segue da tanto?

No, no, il problema non è la persona che mi segue da tanto. Il problema sta nel mio modo di pensare e di vedere il mio blog, e la mia comunicazione, come le persone che mi seguono da tanto.
Dovrei inziare a vedere il mio blog con uno sguardo che arriva da lontano, quindi mettendomi nei panni di quell'utente casuale che per la prima volta arriva qui, in casa mia.

Se aspetti un ospite a casa, cosa fai?
Sistemi il disordine, gli fai trovare qualcosa da bere e anche da mangiare. Lo fai accomodare sul divano buono (quello che i figli non hanno sfondato da piccoli) e ovviamente non ti fai trovare impreparata, in pigiama.

Tutto deve dire 'Ti stavo aspettando!'.


Il blog è la mia casa!

L'utente casuale arriva nel mio blog, per vari motivi: una ricerca fatta su google, un link condiviso su un social... e altro non pervenuto nei meandri della mia mente.
Qualunque sia il motivo, una cosa è certa, l'utente è qui perchè ha trovato la risposta alla sua domanda!

Alla base della comunicazione del blog c'è il principio di tutto, ovvero ciò che rappresenta un blogger.
Il blogger, infatti, condivide la sua esperienza, la sua passione, per riuscire a dare risposte a domande, e soluzioni a problemi, al lettore.

Consapevole di questo, non puoi quindi lasciare che l'utente intuisca dove andare; devi indicargli le migliori risposte che può trovare nel tuo blog.

Riprendendo l'esempio dell'ospite che arriva a casa, non puoi lasciare che apra tutte le porte per riuscire a trovare quella del bagno. Devi indicargliela, o ancora meglio accompagnarlo verso quella porta.
La stessa regola vale per il blog: accogliere, indicare, accompagnare.

Ma per fare questo devi conoscere la struttura del blog, le stanze più interessanti, quelle che sono il cuore pulsante della tua comunicazione.
A cosa mi riferisco?
Agli argomenti principali che hai deciso di trattare!

Nel mio vecchio post Perché aprire un blog ti avevo già posto queste domande: a chi vuoi rivolgerti? Cosa vuoi proporre? Come vuoi proporlo?
Queste non sono domande da porti solo una volta per poi farle cadere nel dimenticatoio.
Sono domande che devi porti ogni volta che fai una revisione del tuo blog, quindi il punto della situazione nella tua comunicazione.

La blogosfera è cambiata.

Penso che tu te ne sia accorta da un bel pezzo. La blogosfera è cambiata!
Rispetto a qualche anno fa, i blog stanno soffrendo a causa dei social. Questi, di fatto, ci portano a  pensare e agire più velocemente rispetto a prima.

Prendiamo instagram (un social a caso, eh eh): scorriamo verso il basso, il 90% delle volte non leggiamo la didascalia, e... tap tap mettiamo likes come se avessimo un tic al dito.

Ora le stories stanno prendendo il sopravvento sulle foto della gallery, perché, diciamolo, ci siamo un po' rotte del fatto che non si vedano più le foto in ordine cronologico.
Le stories, anche loro non mostrate in ordine cronologico (lo sapevi, vero?) sono quelle che stanno dando il colpo di grazia; le guardi, le salti, le swippi, e così via.
Sembra quasi che non abbiamo più voglia di ascoltare, leggere e godere ciò che viene comunicato.
E il lavoro che c'è dietro va a farsi benedire.
Il perché questo accada? Probabilmente perché non ci prendiamo più il tempo di farlo.

La comunicazione è cambiata e i blog ne pagano le conseguenze.

Tu però, mia cara Amica Blogger, non devi demordere!
Non pensare di comunicare sul tuo blog come faresti sui social.
Non aggiornare il tuo blog con foto delle ultime creazioni senza spiegare cosa ti ha portato a concepirle.
Non aver paura di raccontarti in ogni post con intensità, approfondendo gli argomenti che tratti.
Non aver paura di scrivere troppo perchè altrimenti le persone non ti leggono.

Noi siamo blogger e il nostro compito è anche quello di essere al servizio degli utenti, di intrattenerli e di regalargli quel pezzetto del nostro mondo interiore che solo sul blog riusciamo a tirar fuori.


Spero che il post ti sia piaciuto, fammi sapere cosa ne pensi nei commenti ♥


Aiutami a crescere, condividi il mio post!
Grazie!




13 commenti:

  1. Ciao Simo. Belle riflessioni! Io non smetterò di leggerei blog ne tantomeno di scriverci dentro. Trovo che sia un luogo di approfondimento e sono la prima che ci va per saperne di più su un argomento. Il credo che col tempo, come un po' tutte le cose, anche se in modo diverso, i blog rinasceranno.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mary per iltuo commento!
      Sì io la penso esattamente com te: credo anche io che i blog torneranno al loro splendore :)

      Elimina
  2. Peccato che non si può mettere mi piace!
    Io sto iniziando a prendere in considerazione l'abbandono di alcuni social, anche perché sono diventati noiosi e non ti danno nulla. Se voglio prendere una citazione posso andare a cercare su internet.
    Per quanto riguarda la comunicazione, io sto studiando qualcosa di non troppo classico, e neanche esageratamente lungo perché la gente secondo me potrebbe annoiarsi (anche se è un controsenso, visto si passano ore a leggere libri lunghissimi e spesso anche noiosi).
    Prenderò nota su cosa fare nel mio blog!
    Grazie mille per i consigli. :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Cinzia! Sì, viviamo nell'epoca del controsenso.
      Dobbiamo solo trovare il nostro equilibrio e il posto giusto dove poter comunicare utilizzando la nostra voce, quella che è solo nostra, che ci appartiene. Tutto il resto viene da sé.
      Ah ho messo la possibilità di mettere 'like', per un esperimento.
      Vediamo quanti ditini veloci del west ci sono fra quelli che passano dal blog :D

      Elimina
    2. Sono ottimi consigli. Almeno adesso ho le idee chiare. ^_^
      Mi piace molto l'idea del "like" :D
      Anche nei commenti sarebbe bello poterlo mettere.

      Elimina
  3. Io sono una che ti segue sempre :) Mi è piaciuto tantissimo questo post, anch'io ripenso sempre un po' a quello che scrivo, soprattutto perchè vedo che gli utenti casuali arrivano sul mio blog per capire che tipo di stoffe usare, non per vedere quello che ricamo! E allora sto cercando di incrementare i post informativi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille Irene! Sì dobbiamo sempre cercare di condividere, ma soprattutto di fornire soluzioni, esattamente come stai facendo tu in questo momento :)

      Elimina
  4. Il blog è la nostra casa: più la curiamo con amore e professionalità e più gli ospiti torneranno perché si trovano bene ☺ per quanto riguarda la lunghezza di ogni post secondo me dipende molto dal tipo di ospiti che ci siamo scelti
    Carmen

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sicuramente Carmen! E in più dobbiamo fare in modo di lasciarli in condizione di trovare le soluzioni che stanno cercando :)

      Elimina
  5. Grazie per i consigli Simona. Il nostro mondo sembra sparire ma non dobbiamo demordere come dici tu. Buona serata ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È proprio così! Grazie per il tuo commento ♥

      Elimina
  6. Consigli ottimi e sono d’accordo che il blog è la nostra casa!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio per il tuo commento ♥
      Sì il blog è la nostra casa, e come tale dobbiamo prendercene cura :)

      Elimina

Grazie di aver commentato il post!
Per favore NON lasciare link spam, a meno che non siano richiesti espressamente nel post stesso.
I commenti con link non richiesti verranno cancellati.
So che capirai ;)

Lasciando un commento dichiari di aver letto la mia Privacy Policy

Copyright © Blogging + Tutorial • DIY Blog Design + SEO Tips • La Creative Room .
blog design by La Creative Room